RAMPAGE dove quello più grosso è comunque THE ROCK


Partiamo da un presupposto: io non sono particolarmente reattivo, infatti quando ho visto il trailer del film con tre mostri giganti che si danno alla pazza gioia distruggendo una città americana, e il titolo del film, non ho immediatamente fatto il collegamento con il videogioco con tre mostri giganti che si danno alla pazza gioia distruggendo una città americana e con lo stesso titolo. Un rapido giro su TvTropes mi ha illuminato, ma il punto è un altro: generalmente i cinegame puzzano di pellicola andata a male lontano un miglio, ma il trailer mi lasciò positivamente impressionato proprio perchè non dava per nulla l'idea di trattarsi di una trasposizione. L'idea che mi ero fatto dal trailer era quella di un monster-movie che cercava di capitalizzare il successo del nascente monsterverse con Godzilla e King Kong ponendo il focus, oltre che sui mostri, sul rapporto di amicizia tra uno di essi e il protagonista umano del film. In effetti è così: il gorilla George e il primatologo che lo ha salvato e cresciuto, interpretato da Dwayne Johnson, sono i veri protagonisti del film, nonostante il gigionico Jeffrey Dean Morgan cerchi di rubare la scena a entrambi. 


Anche se non manca l'azione, tra cui spicca un prologo molto drammatico e assolutamente serioso, tutta la prima parte del film è fortemente incentrata sull'amicizia che lega l'uomo e la scimmia, e pur non potendo parlare di un film profondo sotto questo aspetto l'effetto sperato, di farti simpatizzare con entrambi, riesce alla perfezione... persino troppo, direi, al punto da arrivare a mascherare, almeno per un po', l'atteggiamento caciarone che viene assunto nella seconda parte della vicenda. Per fare un esempio pratico, se nella prima metà il buon Rocky ricorda quei giganti burberi, ma bonari e profondamente umani a cui più volte Bud Spencer ha prestato volto e stazza, nella seconda il personaggio si trasforma in un machissimo action man alla Steve Segal, il che andrebbe anche abbastanza bene se non ci fosse stato introdotto in maniera molto più easy. Anche i villain non convincono: due fratelli che potrebbero tranquillamente fare l'audizione per il ruolo di Jesse e James del Team Rocket, così macchiettistici da risultare meno credibili degli stessi mostri che hanno creato. La protagonista femminile del film poi non è proprio pervenuta.


Tralasciando dunque dei personaggi poco convincenti (ma chiariamoci, siamo comunque anni luce avanti il soldatino buono e la bella infermierina dell'ultimo Godzilla) il simpatico Dwayne Johnson non ha torto a dire che Rampage potrebbe diventare il più apprezzato tra i film tratti da videogiochi. Chi va a vedere un film su tre mostri mutanti che spaccano tutto sa precisamente cosa dovrebbe aspettarsi, e Rampage non delude le aspettative. I mostri ci sono, gli effetti sono discreti, le battutacce si sprecano, a sorpresa c'è anche un po' di cuore, e il bonus di Jeffrey Dean Morgan è la ciliegina sulla torta. Un buon cinegame, specialmente per una di quelle giornate cinema a 3 euro.